Attilio Lolini

Proprio così, come nella foto, quella più diffusa in rete; oppure con quel sorriso fra il triste e il meravigliato che, a volte, era talmente rassicurante da dissimulare ogni ombra. Sembrava che quel sorriso avesse  una luce, seppur flebile, capace di trovare in un qualsiasi dove, un brandello di speranza. Poi non era così, lo annunciava il sorriso stesso, forse, in un secondo momento. Rimaneva sempre sospesa un’ironia nichilista in quell’aria disincantata che ti portavi appresso. Anche quando raccontasti di quel vostro girovagare, tuo e di Vassalli, per le strade o, per meglio dire, per le zone campaniane, a raccogliere  indizi, informazioni, a respirare l’aria di Marradi, di Stia. La preparazione a quel capolavoro che fu poi “La notte della cometa”. ma di quel racconto ciò che, stranamente, mi è rimasto più impresso è l’aneddoto del tronco. Passavate, credo, per una strada secondaria sempre di quei luoghi, tu con la tua Panda e lui al tuo fianco. Quando ti disse di fare marcia indietro, tu ridendo ci dicesti che pensavi avesse visto un luogo dove appartarsi per un suo improrogabile bisogno; invece aveva notato quel tronco che, a tutti i costi, volle portare a casa caricandolo sul portabagagli della povera Panda. O quelle notti con Fortini a casa tua, fino quasi all’alba. In redazione arrivavi sempre con qualche notizia di queste, erano tutte ironiche avventure, vissute, o quasi, travisate, raccontate come parlassi di personaggi abbozzati, lasciati un po’ al loro destino, perché poi, è vero, te ne curavi poco; quasi fosse la loro, una vita relativa. Poi questi ultimi anni sono stati il lungo buio dove non si sapeva, dove tutto è sembrato davvero un “paese d’inverno”, proprio adesso, quasi a luglio.

Paese d’inverno
C’è un luogo dove gli anni
sono uguali
le notti combaciano perfette;
fiorisce il mandorlo
in mezzo al gelo.
Se cerchi l’oscurità la troverai
così albe, tramonti
il filo che lega
a questa intensa ebbrezza.
La gente mi pare strana
quando si fa più luce
andiamo, caro amico,
nel paese d’inverno.

Attilio Lolini

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Incontri e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...