Selfie

Vassily_Kandinsky_1910_-_improvisation_11

Vasilij kandinskij Improvisatio 11

Fino a non molto tempo fa era lontano dai nostri pensieri fotografare ciò che più ci piace per poi inviarlo agli amici “etichettando” la foto con una didascalia nella quale si precisa che si sta vedendo quello che anche loro vedono grazie a noi che guardiamo. Se non fosse per noi che in quel momento ci troviamo proprio in quel punto, i nostri amici non si sognerebbero minimamente neppure di immaginare quello che noi, invece, riusciamo a far vedere loro. D’altronde questo era inimmaginabile prima dell’avvento di WhatsApp, forse solo Jan Koum e qualche altro, potevano averne un’idea.  Resta comunque il fatto che noi, invece, non sappiamo cosa stiano facendo i nostro amici in quel preciso istante in cui loro sanno cosa facciamo noi, e in quale luogo stanno facendo quello che in ogni caso fanno. Questo indubbiamente è uno svantaggio, un po’come essere visti senza poter vedere chi ci guarda, ma anche, e allora non sarebbe uno svantaggio, essere guardato con ammirazione, desiderio, forse invidia perché il panorama che fa da sfondo al selfie è, come si usa, anzi, abusa dire in questi casi, mozzafiato. Di fatto, i nostri amici che in quell’istante vedono ciò che facciamo dove e con chi, potrebbero essere impegnati in qualcosa di molto più divertente, interessante, importante, determinante e non hanno nessuna intenzione di divulgarlo al mondo intero e men che meno proprio a noi che invece ci divertiamo a farli partecipi di una probabile facezia; quindi è possibile che invece dell’invidia per quel che facciamo, può verificarsi anche che sia l’indifferenza dei nostri amici a rendere quell’istante del selfie un vero nulla e quel nulla che noi non sappiamo di loro in quel preciso istante invece potrebbe essere uno degli avvenimenti più importanti degli ultimi decenni, del quale peraltro noi non siamo stati messi al corrente.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Viste e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Selfie

  1. Rossella Lari ha detto:

    grande Alessandro, come al solito è un piacere leggerti. Rossella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...