Si giocava a carte perché pioveva

Vincent van Gogh pioggia

Vincent van Gogh “Pioggia”

Si giocava a carte perché pioveva, non perché ci piacesse. Da sopra il monte, dopo che il sole spariva, iniziavano ad avanzare grosse nubi di piombo che sembrava si strappassero sulle cime aguzze; ci guardavamo e a volte non era neppure necessario parlare: spuntava un mazzo di carte, oppure sapevamo che l’avremmo trovato là dove già ci stavamo incamminando silenziosamente. Qualsiasi progetto in quel momento era rimandato, ogni altro desiderio si perdeva nel buio di quelle nubi che ci venivano incontro. Ognuno di noi avrebbe fatto qualcosa da solo o al massimo con un amico, invece la pioggia costringeva tutti a stare insieme, era il temporale che ci univa, non le carte. Se non pioveva non eravamo neppure d’accordo su cosa fare e non abbiamo mai giocato a carte con il bel tempo.  Il gioco delle carte sembrava così lontano da noi che ci meravigliavamo se qualcuno, in qualche circostanza almeno, esibiva abilità insospettate. Soltanto i vecchi giocavano a carte; nei circoli, o durante le feste. Giocavano a carte come se fosse la loro unica speranza di riaffermare qualcosa che sarebbe stato impossibile affermare altrimenti. Giocavano a carte oppure mangiavano, non facevano altro. Giocando a carte, improvvisamente diventavamo vecchi. Si giocava quasi sempre sul tavolo di cucina; una cucina qualsiasi a casa di qualcuno. Erano case di campagna, spesso prese in affitto per l’estate oppure vecchie case dei nonni, e le cucine erano spesso umide, buie e sui tavoli c’erano tovaglie cerate a quadri bianchi e rossi, oppure a fiori. Le carte si stagliavano su questo sfondo anonimo come fossero adagiate su un pavimento o sopra un triste prato. Sui volti di ognuno si dipingeva una rassegnata felicità per come era andata la giornata, dalle finestre argentate si vedeva scendere un fiume d’acqua e il rumore degli scrosci entrava anche nella cucina. Appena finito il temporale, ci saremmo nuovamente dispersi fino a quando le nubi scure non fossero nuovamente comparse sopra la cima del monte.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in pagine e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...